Elogio del senno di poi

Con il senno di poi siamo tutti più saggi, furbi e spavaldi. 

Guardiamo al passato commiserando il nostro alter ego più giovane e inesperto, consideriamo le sue scelte folli e incaute.

Il senno di poi è fatto di esperienze, di sbucciature e delusioni, di incontri e di scontri, di sbagli.

Se invece di arrivare dopo giungesse prima sarebbe un guastafeste, bloccherebbe il nostro evolvere, toglierebbe il gusto del rischio, della dissennatezza e dell’avventura verso l’ignoto.

Che sia un innamoramento sbagliato o una scelta lavorativa dai risvolti indesiderati, il senno che arriva solo poi ci plasma, conduce all’immagine e al nostro essere dell’oggi, ci rende chi siamo.

Annunci